martedì 15 agosto 2017

Zaful. New promotion "back to school"


Ciao,

innanzi tutto colgo occasione per augurarvi un Buon Ferragosto,


 ancora alle prese con l’anguria?

Io mi sto rilassando a con un buon caffè, e pensando che con ferragosto, come cita una vecchia canzone l’estate sta finendo, e con l’estate che finisce ci sono le scuole che riaprono i battenti, e con esse si comincia a pensare come cercare di risparmiare con l’annoso problema del corredo scolastico, fortunatamente


Sempre con un passo avanti ci offre delle promozioni ad hoc, infatti potremo acquistare abbigliamento e accessori vari a prezzi sempre imbattibili, oggi ancora più imperdibili perché potremo ottenere la  spedizione gratuita fino al 22/08/2017.

Operazione BACK to SCHOOL

Inoltre partecipando ad un evento imperdibile, che trovate collegandovi a questo link
si avrà la possibilità di ottenere dei capi in omaggio per se e per la vostra amica del cuore.

Come?
Dovrete semplicemente cliccare sulla promozione
 “Back to School”
scegliere un capo o accessorio che più vi piace, condividerlo sui vostri canali social,
 Risultati immagini per canali social
con la seguente frase:

#BackToSchool I want free clothes for two! Zaful 16 days free shipping from now http://www.zaful.com/promotion-back-to-school-edit-special-752/?lkid=118898

taggando il nome dell’amica che vorreste che vincesse grazie a voi.

Sensazionale vero?
 Cosa aspettiamo affrettiamoci, l’evento scadrà il 22 agosto con ben 3 vincitori!




domenica 13 agosto 2017

JEANS, e le sue mille sfumature fashion



Ciao ben ritrovati,


ritorno a parlarvi di fashion,


un tributo ad un capo che pur avendo la veneranda età di 144 anni è sempre attuale, ricercato, e amato da tutti, veste intere generazioni,  di tutte le età,  di cosa sto parlando, vi chiederete, come non lo avete intuito?, parlo del Jeans



Per chi non lo sapesse pur amandolo sono passati ben 144 anni 
 da quando  Levi Strauss

 per primo depositò il brevetto per la produzione del denim, tipico pantalone a cinque tasche, il mitico 501.


I primi Levi’s  sono nati per i minatori, poi col tempo sono sati migliorati.



Ma il vanto è anche nostro, gli italiani sono stati precursori di una moltitudine di cose, e anche per i Blue Jeans lo siamo stati, ecco come è andata la storia.


La scelta di Levis, per quanto riguarda il tessuto, cadde sul un tessuto della città di Nimes, in Francia, abbreviato in America come denim, dal caratteristico aspetto blu della tinta usata per colorarlo, ma in realtà l’idea di Strauss non era nuova di conio, 
infatti  qualche decennio prima ci avevano già pensato gli ingegnosi marinai di Genova a fare lo stesso con un telo bluastro (forse proprio il denim o forse del fustagno italiano) usato per le vele delle navi. 
Ma l’ingegno  del popolo italiano non andò comunque persa, e ne rimase una traccia  almeno nel nome dei pantaloni da lavoro di Levi’s,  blues Jeans, dove il primo termine si riferisce ovviamente al colore, e Jeans sta per Genes, con cui allora ci si riferiva ai genovesi.


Da allora lo storico tessuto non ha mai smesso di avere successo, dal  capo principe del casualwear il suo successo si è esteso ben oltre i confini dei look informali.


Ha assunto tanti aspetti, si è ammodernizzato, vestito tutti anche i vip e stilisti si sono lasciati incantare del jeans.


Usato per abbellire, per accessori glamour, un tessuto che non muore mai, che si è sempre prestato in molti riutilizzi,


sempre dettati dall’estro creativo.



Un capo che non manca in nessun guardaroba.
 Risultati immagini per BUONCOMPLEANNO JEANS


Buon compleanno jeans e mille altri!

Risultati immagini per BUONCOMPLEANNO JEANS




sabato 12 agosto 2017

C.Lavie. Cosmesi naturale francese



Ciao ben ritrovati, oggi ci occupiamo di cosmesi naturale, made in France.

C.Lavie, questo è il brand francese che voglio parlarvi,  specializzato in cosmesi naturale, un brand che si occupa naturalmente della  cura della pelle, un brand naturale e di qualità che offre altrettanti  trattamenti di incredibile qualità.

C.Lavie nasce dalla storia di Sylvia Cazenave-Lavie, avendo sofferto a lungo reazioni cutanee  e allergie ai prodotti in commercio, riscontrando molti problemi sulla sua pelle, quindi era alla ricerca di prodotti che le dessero problemi alla pelle. 
In maniera autonoma con studi e ricerche dopo anni, da autodidatta ha realizzato i suoi personali prodotti, utilizzando esclusivamente sostanze e ingredienti naturali, questi rispettosi della persona e dell’ambiente, fino a ricevere la certificazione ECO-CERT.


Gentilmente a firma che ho molto apprezzato, l'azienda mi ha inviato 
tre mini taglie, in un sacchetto anch’esso naturale,


la mia recensione è a scopo espositivo dei prodotti ricevuti, quindi è limitato ad un uso limitato del prodotto contenuto nelle mini taglie.

I tre prodotti sono identificati con le numerazioni, e sono per il trattamento viso.

21. Tonico. La texture  è abbastanza liquida ed ha il  colore bronzato.  Si stende uniformemente  sul viso ed è ad asciugatura rapida. Delicato e  perfetto per  qualsiasi stagione. Sin  dalla prima applicazione la pelle davvero molto più compatta ed elastica. Un buon prodotto, pensato e  studiato per aiutare a regolarizzare la produzione di melanina.  Prodotto  quasi esclusivamente da ingredienti naturali per il 99,77%  e di questi il 85,12% è proveniente da agricoltura biologica.

19.Crema da giorno. Consistenza compatta color crema. Crema particolarmente indicata contro gli attacchi degli agenti esterni e per limitare il naturale invecchiamento della pelle. Crema abbastanza corposa non untuosa. Per l’assorbimento bisogna massaggiare più intensamente, ma specie in questa calda estate risulta  davvero molto nutriente, infatti la pelle risulta molto idratata e omogenea, senza perdere di tono.  Anche questo è prodotto   quasi esclusivamente da ingredienti naturali per il 99,59%  e di questi il 75,84% è proveniente da agricoltura biologica.

11. Contorno occhi.  Gel dal colore della pesca e la profumazione della rosa.  Si stende bene. Con leggere picchiettature attorno agli occhi, una noce e dona la giusta idratazione. e non brucia gli occhi. Composta da acido ialuronico e aloe vera, sostanze che oltre ad essere rigeneranti combattono i radicali liberi, donando lucentezza  e compattezza a tutto il volto. che permettono di idratare in profondità la pelle.  Mi è piaciuto davvero moltissimo, è molto fresco ed un tocca sana per questa stagione. Si assorbe molto velocemente e dona anche luce e compattezza al contorno occhi. Anche questo è prodotto   quasi esclusivamente da ingredienti naturali per il 99,59%  e di questi il 89,82% è proveniente da agricoltura biologica.

Cosa ne pensate di C.Lavie ?
 Io l’ho trovato fantastico, voi lo avete provato?

Per chi volesse approfondire la conoscenza di questo brand
 e per i vostri acquisti potete collegarvi QUI








sabato 5 agosto 2017

LATTI DA MANGIARE. Le mie ricette di mare e di terra


Ben ritrovati,
 anche quest’ anno ho voluto  mettermi in gioco tra i fornelli, da quando ho scoperto questo magico mondo, e che da creativa che sono non potevo tralasciare questo aspetto di arte creativa, tutto ciò  mi ha indotto a partecipare al terzo concorso culinario indetto da 




per il terzo anno organizzato dal #Palagiaccio, storico e antico caseificio artigianale, situato del cuore della Toscana - nel Mugello - che ha perseguito la qualità eccellente dei prodotti caseari seguendo tutta la filiera, dalle materie prime alla produzione. 
I formaggi della Storica Fattoria
con una produzione che potrà abbinarsi con tanti alimenti,  da questa è nata l’idea del contest, che oggi è arrivata alla terza edizione.

Forte delle edizioni precedenti e  nella qualità della propria produzione,  chiama a raccolta tutti i #FoodBlogger italiani in una sfida nel
 “Latti da Mangiare”



Il concorso vedrà un chermesse di foodblogger, sfidarsi nella realizzazione di due ricette scelte tra il menù Mare e quello Bosco.

Come partecipante e come ogni foodblogger, aderenti al contest, ho ricevuto tre dei formaggi della storica fattoria Il Palagiaccio:

Il Gran Mugello si caratterizza per una pasta semi cotta, compatta di color avorio ed ha un crescendo di sapori intrigante: si percepisce inizialmente il dolce e delicato del latte e poi via via sapori più intensi, dove si colgono le fragranze dell’ olio extra vergine;
il Blu Mugello dalla pasta cremificata, tenera, con buccia commestibile “a crosta e pasta fiorita ed erborinata” di delicata muffa “verde” tipica;
il Fior di Mugello un formaggio a pasta cremificata, tenero  con occhiatura, con buccia commestibile, ideale come formaggio da aperitivo o come farcitura di primi piatti.

I partecipanti al contest devono ideare o reinterpretare due ricette, che vedono come protagonista l’accostamento tra formaggio e uno o più ingredienti di una delle seguenti sezioni:
Bosco: cinghiale, cervo, capriolo, lumache, funghi, tartufo bianco o nero, mirtilli
Mare: cozze, cannolicchi, astice, ostriche, scampi, pesce azzurro, alche, avocado, limone.

La mia scelta  primaria come è giusto che sia, vivendo sulla costa e un’antica tradizione marinaresca, è  andata subito al menù di mare,  solo che l’accostamento  ” formaggio e pesce”  è stato arduo, ma, si sa ci sono tante ricette dove con un pizzico di audacia e fantasia gli accostamenti si riescono a fare, il menù di pesce per eccellenza dove il formaggio e quasi, oserei dirlo, indispensabile sono le cozze, nella nostra terra di Bari è famosa la tiella “patate riso e cozze”, o le cozze ripiene, oppure gratinate, e l’elenco è lungo, quello che è preparato in sordina è  quello che vi mostro qui, per il mio menù mare:

Frittata di cozze nere in mille foglie al Gran Mugello


Ingredienti:

1.       Cozze nere;
2.       2 uova;
3.       1 Rotolo di pasta sfoglia;
4.       Gran Mugello grattugiato;
5.       Olio extravergine d’oliva;
6.       Prezzemolo fresco;
7.       Verdura a scelta tagliata a listarelle per guarnizione.




Preparazione:
Innanzi tutto lavare per bene le cozze  e togliere tutte le impurità, e lasciare aprire in una padella, dopo le lasciamo raffreddare e quindi eliminare il guscio, lasciando qualcuna col guscio per guarnire il piatto, teniamo le cozze da parte. In una ciotola portiamo gli ingredienti per la frittata:  prezzemolo che avremo  tritato, in maniera grossolana,  formaggio grattugiato (Gran Mugello), le uova, ed infine le cozze sgusciate (lasciamo qualche cozza da apporre in superficie delle mille foglie), amalgamare per bene tutto fino a che il composto non sia ne molto denso e neanche liquido; portiamo una padella antiaderente con un filo di olio sul gas, poggiamo un taglia pasta per dare una forma (ho usato la forma quadrata) e facciamo delle mini frittate, con lo stesso taglia pasta tagliamo la pasta sfoglia.
Con le frittatine di cozze e i quadrati di pasta sfoglia, creiamo le mille foglie, in superficie guarniamo con un listarello di Gran Mugello e una cozza, nel frattempo riscaldate il forno a 150°,  quindi  portateli in forno e lasciateli cuocere affinchè si saranno indorati.
Infine impiattiamo guarnendo con verdura affettata a listarelle e qualche cozza in guscio.

Mi piaceva sperimentare una ricetta che riguardasse il Blu Mugello, un formaggio dalle caratteristiche interessanti, quindi mi sono cimentata nel realizzare anche una ricetta del menù bosco, e che dopo la realizzazione mi ha sorprendentemente soddisfatta sia nei sapori e gusto mai saggiati prima ma anche  una ricetta interessante anche dal punto scenografico., questa la mia ricetta del menù bosco:


Risotto ai frutti di bosco con Blu Mugello

Ingredienti per due persone:




1.       200 gr.  di riso;
2.       70 gr. di frutti di bosco surgelati;
3.       1 bicchiere di vino bianco per sfumare;
4.       formaggio Blu Mugello;
5.       brodo vegetale q.b.;
6.       erba cipollina.

Preparazione:

Preparare il brodo vegetale e tenerlo da parte. Portare in una padella i frutti di bosco una noce di burro e il Blu Mugello,  e lasciarli appassire sino a che il Blu Mugello si sia sciolto  per qualche minuto,  affinchè i frutti di bosco di siano appassiti,  sfumare con il vino, nel frattempo in altra padella tostiamo il riso aggiungendo il brodo precedentemente preparato, pian piano affinchè viene assorbito quando il riso è sufficientemente al dente, accorpiamo la cremina grossolana di frutti di bosco,  e mescoliamoli, e mescolando incominciamo ad aggiungere ancora qualche noce  di Blu Mugello, quando il riso sarà ben mantecato, e si sono ben accorpati agli ingriedenti, impiattare molto caldo e decorare il risotto con le qualche frutto di bosco e il sughetto ai frutti, e una spruzzata di erba cipollina.

Con queste due ricette è stato un tipudio di profumi, sapori e colori, un inno al gusto e all’eccellenza alimentare italiana.


Con queste ricette partecipo al

 
promosso da








Firma animata

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...